1

Biografia artistica

30 maggio 1941 – Dimitri Salonia nasce a Giammoro (Messina), un piccolo villaggio

contadino sulla costa Tirrenica della Sicilia.

Ottobre 1952 – Avviato agli studi classici nella città di Messina, dove ha occasione di

frequentare la bottega del nonno materno Michele Amoroso, noto pittore figurativo di

stampo impressionistico della scuola dei macchiaioli napoletani e allievo di D. Morelli.

Giugno 1959 – Rovistando in una vecchia vetrina scopre dei tubetti di colore ad olio, ed è

il suo primo esperimento d’artista, istintivo e imprevedibile. E’ una folgorazione e una

rivelazione per tutta la vita.

Giugno 1960 – Consegue la maturità classica a pieni voti e si iscrive alla facoltà di

Giurisprudenza, mantenendosi agli studi con la vendita dei primi quadri su tela.

22 febbraio 1965 – Si laurea nella facoltà di Giurisprudenza presso l’Università di Messina,

avviandosi alla professione di avvocato.

Aprile 1967 – La sua prima mostra personale, fatta per gioco, presso il ritrovo ‘Select’ di

Messina, frequentato da magistrati e avvocati. Un vero successo, vende tutto. Ma continua

ad esercitare la professione di avvocato. Il critico Marcello Passeri, che presentò la mostra

scriveva: “Giovane dotato di ottima educazione estetica, Dimitri Salonia ha seguito, con

severa perseveranza, una strada rettilinea, riuscendo a conquistare una tecnica raffinata,

pur ricca di sostanza poetica. Nulla gli è precluso”.

Maggio 1976 – Dopo un lungo periodo di incertezze e sperimentazioni presenta la sua

prima mostra antologica presso la galleria “Conca D’Oro” di Messina a cura di Giorgio

Falossi, redattore dell’enciclopedia del ‘900 di Milano. Presenta i suoi primi pastelli, ma

soprattutto la sua pittura tonale, che lo rivelerà ai critici e alla stampa “Caposcuola della

nuova corrente coloristica Siciliana”.

“Il pittore conosce queste e tante altre magie del colore e le adatta alle esigenze del tema pittorico, sa quando il colore deve essere carezza e quando deve essere assalto ed esplosione”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *